PORTFOLIO

LAVORI // PROPOSTE
PROJECTS // PROPOSALS

RICERCA // CONCORSI
RESEARCH // COMPETITIONS

clicca sulla foto // click the image
HACKERARE LO SPAZIO REALE
Architettura in realta' aumentata

Il progetto sviluppa allestimenti museali e mostre virtuali, immersivi e/o ed in realta' aumentata. Allestimenti che riutilizzano e riqualificano spazi abbandonati o trascurati, senza bisogno di grandi investimenti o trasformazioni permanenti. Oltre a questo soluzioni legate al mondo dell'immobiliareche rendono visitabile "dal vero" seppur a distanza, luoghi e progetti anche difficilmente accessibili. Il progetto ha ottenuto un finanziamento di 34.993,10 euro dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia sul bando POR FESR 2014 -2020, Azione 2.1.b.2 "Concessione di sovvenzioni per il finanziamento di programmi personalizzati di accelerazione e consolidamento d'impresa, finalizzati allo sviluppo imprenditoriale di progetti a valenza culturale, rivolti imprese culturali, creative e turistiche"

clicca sulla foto // click the image
SCUOLE IN SUD SUDAN
Raccolta fondi per realizzare un complesso scolastico a Buaw

Fare del bene fa bene. Assieme alla NON-PROFIT Shaping Bright Future, Inc. di San Diego ed a Xcoop di Rotterdam abbiamo sviluppato questo progetto per una delle zone piu' sfortunate del pianeta il Sud Sudan. Una raccolta fondi, un crowdfunding, per realizzare un complesso scolastico con aule e biblioteca, ma anche con degli spazi per l'agricoltura ed un piccolo mercato. Se vuoi contribuire anche tu trovi tutte le informazioni su Shaping Bright Future

clicca sulla foto // click the image
VIVERE ASSIEME
Interni CBS Trieste

Vivre ensemble e' il titolo di una serie di conferenze di Roland Barthes sul tema dei ritmi individuali nel vivere assieme. Nell'immaginare la vita di una giovane coppia con figli si sono creati spazi dove stare tutti assieme e spazi privati dove coltivare gli interessi di ciascuno. Lo stato di fatto poneva pochi spunti e numerosi problemi. Si e' scelto di riportare la razionalita' nelle forme e fare un uso ricco dei materiali. La zona giorno e' ampia per fare cose diverse stando tutti assieme. L'opposto per la zona notte. Un nucleo di servizi crea un core duro, attorno al quale corre una fascia di resilienza.

clicca sulla foto // click the image
TURNING CONSTRAINS INTO OPPORTUNITIES
The new Raiffeisen Bank headquarters in Pristina

The masterplan strictly defines volumes, setbacks, opaque/transparent surfaces. The clinet's minimum requirements defines distribution, materials and details. Constrained between contrasting forces not designed together the project rationalize the spaces in section and providing solutions. Underground the building is a split level to maximize the car parks. On the ground floor there is the bank's branch while the offices above are not open to the public. Green roofs on level 5 and 8 are gardens for the employees with a scenic overlook that dominates the entire city.

clicca sulla foto // click the image
COM'ERA E DOV'ERA. O FORSE NO
Piazza del Popolo a Torviscosa

Il progetto per la risistemazione di Piazza del Popolo a Torviscosa nasce dalla richiesta dell'amministrazione di rimuovere in modo definitivo e permanente le essenze vegetali ed il pozzo presenti nella piazza, sia per ragioni di sicurezza e manutenzione, sia per riproporre il disegno originario della piazza di epoca fascista. Il progetto si propone in alternativa, prendendo si' il disegno architettonico originario della piazza, ma adattandolo alle esigenze contemporanee. Forse non com'era e dov'era, ma certamente piu' vivibile.

clicca sulla foto // click the image
ARCHITETTURA, MA LOW-COST
295euro/mq per non fuggire

Nel cinese mandarino crisi ed opportunita' hanno la stessa radice. La crisi e' budget talmente ridotto da nascondersi nella fuga delle piastrelle ed un appartamento talmente disastrato da sperare in una fuga lontano da esso. Meno di trecento euro/mq per rendere abitabile un appartamento che richiede nuovi impianti a norma, serramenti, bagno, finiture, insomma tutto. Il progetto trasforma le ristrettezze economiche da contingenza in opportunita' per verificare la possibilita' di fare architettura con soluzioni low cost. La fuga non e' piu' necessaria ed ci si puo' godere il verde del contesto.

clicca sulla foto // click the image
PRODURRE CREATIVITA'
Conversione di un vecchio magazzino in un HUB per la creativita'

Lo spazio puo' aiutare a creare una nuova dimensione per l'innovazione? Il progetto trasforma un vecchio magazzino abbandonato in uno spazio per fare ricerca ed innovazione, progettato per accogliere menti fresche ed incoraggiare i processi creativi nel cuore di Trieste.

clicca sulla foto // click the image
SOTTOSTAZIONE ELETTRICA DEL PORTO VECCHIO
Studio degli spazi interni ed allestimento

Il progetto separa i flussi della parte adibita a luogo espositivo e quelli dei percorsi per gli addetti e gli studiosi che frequenteranno l'archivio. Massima chiarezza, possibilita' di accedere all'intera struttura ed al contempo massimo controllo e sicurezza per i documenti e la privacy dei ricercatori. L'archivio viene dotato di nuovi ingressi e viene progettato ex novo un sistema di visita integrato coerente con il sistema grafico di comunicazione di tutto il polo museale.

clicca sulla foto // click the image
POLO MUSEALE DEL PORTO DI TRIESTE
Sistemazione degli spazi esterni

Un sistema che integri le varie parti e che possa essere alla base di una crescita ulteriore di questo settore all'interno del Porto Vecchio. Un sistema integrato di grafica coordinata con il sistema di visita Un esterno pensato come un luogo per ospitare altri futuri reperti ed oggetti di dimensioni importanti senza dover nel futuro snaturare la natura dei percorsi.

clicca sulla foto // click the image
MUSEO DELLA CENTRALE IDRODINAMICA
Restauro della Centrale Idrodinamica del Porto Vecchio di Trieste e creazione del Museo del Porto di Trieste

La centrale idrodinamica e' un importantissimo esempio di archeologia industriale portuale. Motore del porto vecchio produceva il vapore necessario a muovere le gru di tutta l'area portuale. Il progetto individua gli elementi di pregio, che vengono reasturati con la massima attenzione, ed innesta i nuovi spazi funzionali necessari per la corretta fruizione ed in mantenimento nel tempo dell'edificio. Il linguaggio archittetonico vuole marcare questa differenza, con innesti contemporanei leggibili per i servizi igienici e la caffetteria/bookshop.

clicca sulla foto // click the image
HOTEL ADRIACO A GRADO PINETA
Ottimizzare le risorse con l'aggiunta di mini suites

L'hotel e' esistente e funziona molto bene, ma dallo studio economico emerge che il numero delle camere e' ridotto rispetto al personale minimo gia' presente. L'ampliamento proposto prevede l'inserimento di un ascensore che connette i piani sfalsati che si sono creati con gli ampliamenti precedenti e la creazione di 15 nuove camere, di cui 10 suites pensili con giardino privato ed idromassaggio, una nuova palestra sul tetto 8con vista mare) e la rfunzionalizzazione delle cucine

clicca sulla foto // click the image
TEATRO MIELA TRIESTE
Sistemazione degli spazi esterni

Un intevento con un budget minimo. Un nastro di colore rosso dipinto a terra che segna l'ingresso a terra, un tappeto rosso che individua ed accompagna all'ingresso. Uno stendardo verticale sopra l'ingresso. Ai lati, racchiusi da un sistema di gabbie fioriere, si sviluppano degli spazi per lo stare, con le panchine, la zona relax e gli alberi mobili. Il nuovo sistema dei parcheggi, colorato direttamente a terra, razionalizza gli stalli.

clicca sulla foto // click the image
SEDE SPI-CGIL, TRIESTE
Rifunzionalizzazione della sede Campi Elisi

Gli spazi per la vita associativa hanno un ruolo fondamentale nella vita sociale. Per questo il progetto intende definire, con piccoli interventi, spazi che abbiano una identita' riconoscibile, ed allo stesso tempo permettere il massimo della flessibilita'. La luce naturale che entra dall'unico affaccio genera la distribuzione degli spazi. La sala incontri e' definita attraverso il controsoffitto sagomato che comprimendo e distendendo lo spazio articola gli ambiti.

clicca sulla foto // click the image
ASILO E PARCO PUBBLICO ATTREZZATO A TAIO
Proviamo ad immaginare un asilo che diventa parco ed un parco che diventa asilo

Il progetto per l'asilo ed il parco pubblico di Taio mette a sistema le due funzioni per trarre il meglio da entrambe. L'asilo e' un volume introverso, protettivo, con corti interne sicure dove i bambini giocano in tranquillita'. Il tetto e' una continuazione del parco ed un belvedere da cui godere della vista mozzafiato. Il parco e' solcato da percorsi che generano un hub senza alcuna gerarchia se non quella dei flussi che lo attraversano

clicca sulla foto // click the image
TAIPEI PERFORMING ARTS CENTER
GPA for OMA/Rem Koolhass, Ole Schereen

Increasingly, architecture's radicalism is a question of form, or even skin. Huge, potentially ambitious projects are judged on appearance - on their looks, not on their performance and how they work. The ambition of this project is to create three independent theaters - precisely, efficiently and economically - in a design that offers urban intensification and unsuspected theatrical possibilities as additional benefits.

clicca sulla foto // click the image
MAHANAKHON
GPA for OMA/Rem Koolhass, Ole Scheeren

MahaNakhon - a visionary new new 77-storey high-rise complex located on a 3.6 acre site in the heart of Bangkok's Central Business District with a direct link to the Chongnonsi BTS Skytrain station between Silom and Sathorn Roads. MahaNakhon will be the most ambitious complex of contemporary architecture and urbanism in Thailand and the tallest building in Bangkok.

clicca sulla foto // click the image
THE INTERLACE
GPA for OMA/Rem Koolhass, Ole Scheeren

The Interlace, one of the largest and most ambitious residential developments in Singapore, presents a radically new approach to contemporary living in a tropical environment. Instead of creating a cluster of isolated, vertical towers - the default typology of residential developments in Singapore - the design proposes an intricate network of living and social spaces integrated with the natural environment.

clicca sulla foto // click the image
DANISH ARCHITECTURE CENTRE
GPA for OMA\Rem Koolhaas, Ellen van Loon

The various program elements are stacked in a seemingly random order. The public program, the urban routes and the DAC, reach into the heart of the building and create a broad range of interaction between the different users. Opposed to the typical stacked section, where building programs remain autonomous, the program 'heap' can create unexpected and unpredictable situations where each program is made aware of its coexistence with the others.

clicca sulla foto // click the image
NAKHEEL MASTERPLAN
GPA for OMA/Rem Koolhass, Reinier de Graaf

Waterfront City is a square island measuring 1310 m x 1310 m at its outset surrounded by an artificial body of water created by the removal of existing ground allowing the sea water to enter. The island and the four areas surrounding it form 5 separate precincts that all have their own distinct character. The result is a city center that is diverse in the urban conditions that it provides.

clicca sulla foto // click the image
TECHNOPOLIS
GPA for OMA\Rem Koolhass, Reinier de Graaf

The 'Naukograd' technopolis will be home to a new campus for the Kazakh British Technical University, a new engineering headquarters for KING, a residential community, and a public zone with shops and entertainment serving these facilities and attracting visitors. Located in an area of exceptional natural beauty, its isolated location presents the challenge of creating a masterplan that both takes advantage of its scenic surroundings and at the same time is able to overcome its remoteness.

clicca sulla foto // click the image
AUDITORIUM DE VORSTIN
GPA for Architekten CIE.\Frits van Dongen

The pop venue De Vorstin presents itself as an icon for musical expression. The design of the building organizes the passageways and the auxiliary functions as a buffer around the main auditorium and the music cafe', thus creating efficient sound proofing to the surroundings. This layout simultaneously generates the venue's image: the spatial and architectonic representation is articulated as a box within a box.